Claire Boucher – Grimes

4db

Kat Katz – Salome / Agoraphobic Nosebleed

 

questo angioletto biondo gattino puccettino canta cose tipo:

 

Acrid smoke sailing from impotent lips  

(qua si dovrebbe riferire ai fumi della sua fica)

Prepubescent boys with
Handsome white asses
Too sick to move
Too sick to be here
Shitting condoms for cock
Spew white seed into oblivion

(qua lei immagina arrapata dei ragazzi appena adolescenti che sborrano in giro)

Jizz on the thinking machine

(sborrano sulla macchina che pensa, non lei quindi)

Trembling
Eager to submit to cracked
Asymmetric genitals

(genitali assimmetrici, la sua passione)

Insecurity created poor
Flaccid
Misshapen beasts
Jerking off to brutality
Restless
Hungry for teen anals

(qua invece invoca altri ragazzi che si segano affamati di anali adolescenti)

ora ditemi, come la stacco io la cinquina dal cazzo?

 

Wiki Licks ( indie passere speciale culture partecipative )

e ora ragazzi una troia free sharing!

non si sa il nome e nemmeno se suona in un gruppo, ma è molto probabile che lo faccia perché se ha fatto 18000 correzioni come dice lei nel banner, vuoi che non la meni con un progettino casio-pop dove suona il cembalo e canta-parlando cose  tipo “mi piace la scienza perché almeno so cosa mangio” ?

quello che so di sicuro è che gli farei un pizzetto di peli pubici a forza di strofinargli la minchia contro il piercing.

poi pensando che avrà contribuito alle voci più scandalose di wikipedia è un attimo che il mio cacchio si rizza alla velocità delle rivoluzioni su twitter.

vuoi che non sia stata lei a scrivere le indimenticabili pagine su l’autofellatio, il gokkun, la collana di perle e  il solco intermammario? vuoi che queste immagini non le abbia ricalcate lei sulla base di sue foto vere? vuoi che non sia stata lei a stilare la portentosa lista di come si dice la spagnoletta in tutte le lingue del mondo, andando in giro per il globo a distribuirne in puro stile copy left per poi chiedere “come la chiami questa cosa che ti ho fatto nella tua lingua? mi serve per un progetto colletivo”?

Susanne Oberbeck – No Bra

La proposta di susanne oberbeck è talmente radicale, che solo le menti più acute della nostra società come niki belucci e silvia rocca riescono a stargli dietro: suonare con le tette all’aria (anche se sarebbe meglio dire a terra).

A questo punto su questa qua non c’è veramente nient’altro da dire, apparte che no bra vuol dire no-reggiseno e che se qualcuno si vuole lamentare perchè soffre di snobbismo della bega, lo rimandiamo alla nostra posizione espressa in questo post.

Liz Phair

Negli anni novanta liz phair era famosa per le sue foto da porca e per i suoi testi tipo “ti succhio la minchia e poi scappo in moto” o “scopami veloce che dopo viene un altro” o “sono una cagna blem blem blem sono una cagna blem blem” o “salto sul cazzo di mick jagger, che ti credi? salto sul cazzo di mick jagger e non mi innamoro” .

Poi si è calmata, ha messo su famiglia, le rughe, le foto con il vestito lungo e ha fatto pure un rap,  ma rimane comunque sulla cresta dell’onda.

Maria Minerva (indie passere speciale filosofia)

Maria Minerva viene da Tallin ma è riuscita a studiare nell’europa vera pagandosi gli studi da sola. Come? Così:


Infatti lei non fa mica karaoke con il riverbero, perchè nei titoli e nei video ci mette i nomi e le immagini dei filosofi fighi. Quindi la sua musica assume un notevole spessore (insieme alla nostra tega), perchè mettendo una foto di Deleuze nel video lei ci rende consapevoli della sua consapevolezza di fare pena, trasformando la sua semiotica, da studio del segno in studio del seme:

per questo, affinchè io possa comunicarvi il rossore della mia cappella, è necessario un superamento del linguaggio descrittivo:

“la sua algida bellezza,

il suo cervello algida.

dal culo la mia brezza

sulla sua faccia rigida

lei ama molto leggere

ma lo stesso io volere

le mie palle spingere

nel di lei sedere.”

Vivian Girls aggiornamento porcheria cazzotti.

Letteralmente, non si sa più dove sborrare!

Le Vivian Girls hanno fatto fuori la botola con gli occhiali e l’hanno rimpiazzata con una troia del loro calibro, che si distingue da subito nel nuovo video per i suoi piedi luridi (lo sapevate che in francese batterista si dice “le batteur”?).

Sempre nel video spicca una palese dichiarazione di intenti per le Vivian Girls a venire: basta stranezze, basta ragazze storte, basta vestiti strani, svolta GIRLY per le Vivian, che tornano al suono anni sessanta, ovvero quello delle loro nonne, ovvero quello delle padelle.

Noi di tanta prostrazione davanti alla stecca non possiamo che esserne felici, ma la vera notizia è che Kickball Kat..BAAAAM

nel senso che lei BAAAAAAM

io non so più cosa dire se non BAAAAAAAM

Ma costituire un pessimo esempio per delle povere bambine non gli basta, perchè ora ha pure un suo progetto parallelo che si chiama La Sega, istituito per aumentare del 100% le possibilità di vederla porcheggiare.